annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

la vostra arte marziale preferita

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #31
    Riferimento: la vostra arte marziale preferita

    Io adoro il JUDO

    Commenta


    • #32
      Riferimento: la vostra arte marziale preferita

      Senza ombra di dubbio ilo Judo !! anche se rispetto e vorrei provare tutte le arti marziali ma il tmepo è quello che è!!!!hO PRATICATO JUDO per 9 anni,sono cintura marrone,ho messo da 1 e mezzo .. nn avrei mai voluto che accadesse questo,ma è successo.. purtroppo gli stimoli nn c erano piu,gli insegnanti tra cui il maestro stesso erano e sono troppo interessati ad un solo individuo,poi nn essendoci anche una palestra piu seria qui intorno.. chissà se un giorno lo ricomincerò..

      Commenta


      • #33
        Riferimento: la vostra arte marziale preferita

        kick boxing per sempreee

        Commenta


        • #34
          ll judo, per la tecnica e l'efficacia

          Commenta


          • #35
            Ciao io ho praticato per tanti anni il karate kyokushinkai, trovo sia completo da ogni punto di vista: disciplina, forma fisica, difesa personale.

            Commenta


            • #36
              c'e qualcuno che fa mma? come disciplina a me piace parecchio il thai boxe

              Commenta


              • #37
                anche se non c'è nelle votazioni io voterei wing chun ciao a tutti

                Commenta


                • #38
                  Personalmente ritengo la muay thai, non citata nel sondaggio, il miglior (più efficacie) sistema di combattimento in piedi. Ad ogni modo, tutte le arti marziali hanno grande fascino.

                  Commenta


                  • #39
                    Distinguendo tra "arti marziali vere e proprie" e "sport marziali", il krav maga, nella sua vera essenza, è l'arte marziale che preferisco, dopo oltre trent'anni dedicati a Karate e Jiu-jitsu.

                    Commenta


                    • #40
                      Che bella domanda... in realtà non posso dire di averne una preferita. La kickboxing tanto per iniziare non è un'arte marziale ma uno sport da combattimento e questa differenza non è assolutamente da sottovalutare. Ad oggi molte arte marziali si sono sdoppiate in sport (o discipline) da combattimento, sviluppando quindi un lato molto agonistico e dedicato alle competizioni piuttosto che allo studio della disciplina a 360°.
                      Le mie preferenze... dunque... io ho praticato Ju Jitsu quando ero piccolo e Karate Shotokan + Semi Contact quando sono cresciuto un pò, entrambi molto belli. Attualmente pratico Taekwondo WTF con una delle migliori palestre del nord italia e anche questo sport mi piace molto anche se come scrivevo poco fa, è un pò troppo orientato alla parte sportiva trascurando molto la completezza dell'arte marziale.
                      Conosco anche un pò di Judo avendo mio papà che è un 2° dan. E' veramente molto difficile esprimere una vera preferenza però sono molto orientato a rispondere JuJitsu perchè lo trovo leggermente più completo delle altre, avendo ottime tecniche di calcio, di pugno, di leve, lotta a terra e proiezioni.

                      Commenta


                      • #41
                        Io considero il JIu-jitsu alla pari del latino o del greco per gli studi classici. Si tratta di una arte marziale completa, tradizionale ma sempre attuale, che dà dei principi validi per qualunque tipo di specializzazione ed approfondimento. Non mi interessa il lato sportivo del jiu-jitsu (fighting system o duo system), così come non ho molto interesse per il lato sportivo di altre arti marziali, ma in fondamenti del jiu-jitsu sono ineccepibili e formativi. Altro discorso è per il brasilian jiu-jitsu (o ne-waza nel jiu-jitsu tradizionale) perché è un campo di lotta che permette un'ottima formazione di base sia per gli sport di combattimento completi (MMA), sia per la difesa personale (tenuto conto che da statistiche tratte da telecamere di video sorveglianza ed esperienze dirette, in un combattimento reale dopo 7-12 secondi al massimo si va a finire a terra). Gareggiai nel Karate (Shotokan) negli anni '80 ora so che molte delle tecniche permesse allora (con le quali vinsi anche degli incontri) ora in gara sono vietate. In gara sono vietate molte tecniche del judo classico (a parte il fatto che il judo, alla sua origine, prevedeva, come il jiu-jitsu, anche tecniche di percussione e tecniche con bastoni), perciò si tratta realmente di scindere l'aspetto sportivo (che può appassionare e piacere come un qualunque altro sport), dall'efficacia in una situazione di conflitto in cui vi sia il rischio di incolumità non solo per la salute, ma anche per la vita, vi possono essere differenze di peso ed età tra i contendenti, si può correre il rischio che l'avversario all'improvviso estragga un'arma e a volte si è da soli contro più avversari. Non esistono arti marziali "sportive" in grado di rendere una persona atta a sconfiggere con superiorità uno o più aggressori, magari armati; queste sono fantasie da film d'azione. Ma, in estrema ratio, quando non vi sono vie di fuga e si è purtroppo costretti a lottare per la sopravvivenza, un'arte marziale vera, che abbia addestrato la persona a compiere pochi movimenti logici, semplici, naturali e automatizzati, può aumentare al massimo le probabilità di cavarsela, anche se con ferite e traumi psicologici.

                        Commenta


                        • #42
                          Anche io, come coloro che hanno risposto prima di me, sono affezionato alle arti marziali che ho praticato.
                          Ho cominciato da adolescente con il karate, di cui ricordo il grande impegno fisico e i benefici che ne sono derivati. Ho praticato anche kick boxing, che è stato utile per apprendere le basi del boxare e per aprire la mente a contaminazioni di tecniche differenti. Probabilmente oggi, che i ragazzi crescono con la possibilità di praticare mma, questa mia dichiarazione può apparire ridicola o quantomeno anacronistica, ma vi assicuro che ai tempi portare con le gambe le tecniche di calcio tradizionali e con le braccia colpi e guardia della boxe mi apparve davvero rivoluzionario.
                          Mi sono poi allenato e confrontato con un istruttore di wing chun (scuola Ip Man) e anche quell'esperienza è stata davvero utile e formativa.
                          Ho infine concluso la mia "carriera marziale" praticando viet boxing, con un istruttore estremamente valido, che, di fatto, ci insegnava free fighting.. quando mma si chiamava ancora vale tudo.
                          Mi sento di dire che, oltre la bontà del bagaglio tecnico codificato di un'arte marziale, la vera differenza la fa il maestro.

                          Commenta


                          • #43
                            Sì, il Maestro è fondamentale per appassionare all'arte, qualunque essa sia, il carisma, la dedizione e la passione, unite insieme ad una adeguata preparazione pratica, del Maestro permettono all'allievo di entrare veramente in intima sintonia con la filosofia e la purezza del sistema utilizzato. Confermo poi l'importanza dell'aggiornamento, quello che era all'avanguardia qualche decennio fa, ora è superato, sia alla luce dei nuovi studi sulla fisiologia umana, sia (nel caso si parli di difesa personale) in base alla realtà delle aggressioni, tratte da telecamere di video sorveglianza, ma anche dal fatto che la convivenza di persone di origine differente, porta a doversi confrontare, in caso di conflitti da strada, con delle modalità di combattimento che prima erano inusuali in certi contesti. Infine occorre anche prendere in considerazione l'avanzare dell'età, ciò che ci si può permettere come prestazioni fisiche a vent'anni, a cinquanta e oltre.... diventa spesso anacronistico e quindi occorre adattare le tecniche alla realtà del mutare del proprio corpo (e dei tanti acciacchi e traumi accumulati), ma anche qui sta il bello e l'utile delle arti marziali che, nonostante tutto, mantengono giovani e in forma (con i dovuti limiti) anche con il passare dei decenni (non solo degli anni).

                            Commenta


                            • #44
                              io praticavo il nippon kempo che era un'arte marziale giapponese con l'armatura.....calci pugni e ginocchiate....poi ho mollato e ho cominciato la boxe

                              Commenta


                              • #45
                                Personalmente la mia preferita è la muay thai, molto completa.

                                Commenta

                                Sto operando...
                                X